lunedì 21 agosto 2023

Caffè freddo: le ricette dell'estate

Caffe freddo

condividi

autore: Redazione

Per gli amanti del caffè, il caffè freddo è la bevanda dell’estate. Caffè freddo con ghiaccio, il caffè shakerato e la spuma al caffè: ricette facili da preparare e tutte da gustare.

Quando fa caldo e le temperature salgono, abbiamo sempre voglia di sorseggiare delle bibite gelate e rinfrescanti. Soprattutto per noi amanti del caffè, la bevanda dell’estate non può che essere un buonissimo caffè freddo. Alzati dal letto, in pausa pranzo o per merenda, queste giornate afose di certo non fanno venire molta voglia di bere il solito caffè espresso bollente. Per questo il caffè freddo è sicuramente un’alternativa vincente per combattere il caldo e la sete. Inoltre, il caffè freddo ha dalla sua parte una preparazione facile e veloce. Saranno necessari solamente pochi minuti per sorseggiare un caffè freddo seduti sul proprio divano di casa. Per avere delle alternative di caffè freddo profumate e deliziose sarà sufficiente aggiungere un tocco in più durante alcuni passaggi della preparazione: perciò, andiamoli a scoprire insieme. C’è un ultimo consiglio che vi sentiamo di dare: preparatelo in buone dosi, perché finirà in fretta!

Chi ha inventato il caffè freddo?

L’origine del caffè freddo tutt’oggi non è ancora chiara, ma alcune ipotesi riconducono la sua nascita già alla metà dell’Ottocento, più precisamente nella Francia Algerina, con il “Mazagran”: bibita fatta con sciroppo di caffè, acqua gelata e zucchero. Ma è a partire dagli anni 80 che il caffè freddo inizia a diffondersi a macchia d’olio. Gli Stati Uniti sono il paese che consuma di più questa bevanda, ma anche l'Italia, culla del caffè espresso, non è da meno: infatti, il caffè freddo con il latte di mandorla, ricetta tipica del Salento, è la versione classica del caffè freddo all’italiana. Ma le influenze europee e quelle provenienti da oltre oceano hanno portato anche differenti varianti e metodi di preparazione del caffè freddo.
Un modo delizioso di preparare il caffè freddo è quello tipico del Vietnam, il Cà phê đá. Il Vietnam è uno dei principali esportatori di caffè nel mondo e non poteva di certo mancare una sua variante di caffè freddo. In questa preparazione, oltre al caffè e al ghiaccio, si usa il latte condensato per rendere la bevanda più dolce.
La versione ghiacciata del caffè ha conquistato anche il Sudamerica. In Cile, infatti, si realizza una delle preparazioni di caffè freddo più golose: il Cafè Helado. Questa versione, infatti, è fatta con caffè espresso, polvere di caffè macinata, crema chantilly, cannella, vaniglia, dulce de leche e mandorle o nocciole sminuzzate. E per quelli ancora più golosi, alla ricetta appena descritta si può aggiungere anche il gelato alla vaniglia.
Una variante più commerciale di caffè freddo, invece, arriva dall’Australia e dall’America che, oltre agli ingredienti base caffè e ghiaccio, è prevista l’aggiunta di gelato e panna. Si possono usare anche altri ingredienti per creare questa bevanda, come sciroppo, cacao, e chicchi di caffè.

Come si fa il caffè freddo?

Una volta, quando faceva molto caldo, era abitudine tenere in frigo una bottiglia di vetro con dentro del caffè già dolce e fresco. Fare il caffè freddo da tenere in frigorifero e da bere quando si vuole è semplicissimo, oltre che ad essere una vera comodità. È sufficiente preparare una tazza di caffè grande o piccola, in base a quanto se ne vuole consumare, aggiungere lo zucchero se lo si preferisce dolce, e mettere il tutto in una bottiglia di vetro. Inoltre, è possibile aggiungere anche un po' d'acqua per chi è abituato a bere il caffè non troppo forte.
Le uniche regole che è bene seguire attentamente se si desidera un buon caffè freddo sono:

  • Scegliere un caffè di ottima qualità: La selezione dei prodotti artigianali Caffè Roen è pensata appositamente per offrire il migliore caffè espresso italiano, adatto anche alle più svariate preparazioni con latte e caffè freddo.
  • Utilizzare il caffè espresso e non quello solubile: in alternativa, va bene anche il caffè preparato con la macchinetta che funziona con le cialde;
  • Se si desidera dolcificarlo, lo zucchero di canna liquido è perfetto: se non lo avete a disposizione, va bene anche lo zucchero normale;
  • Bisogna aspettare che il caffè raggiunga temperatura ambiente prima di mescolarlo con il ghiaccio.

Quanto dura il caffè in frigo?

Il caffè freddo, di base, ha una durata maggiore rispetto al caffè caldo. Se si lascia che il caffè raggiunga temperatura ambiente, è possibile gustarlo anche dopo 2 giorni dalla preparazione, mentre se si decide di conservarlo in frigo all’interno di un contenitore chiuso, sarà buono anche dopo 7-10 giorni.
Nel caso in cui nel caffè freddo venisse aggiunto del latte o della panna, però, a temperatura ambiente si può bere entro 2 ore dalla preparazione, mentre se viene conservato in frigo è bene consumarlo comunque entro 1 giorno.
Un’altra soluzione è quella di preparare il caffè e consumarlo in un secondo momento conservandolo nello scomparto dei cubetti di ghiaccio del congelatore. In questo modo è possibile utilizzare i cubetti di caffè ghiacciato per raffreddare e insaporire altre bevande, oppure consumarlo da solo aspettando che i cubetti si sciolgano.

Le ricette del caffè freddo

Ci sono tanti modi diversi per preparare il caffè freddo, non esiste una ricetta unica per farlo. Dal classico caffè freddo con ghiaccio, con una variante tutta salentina grazie all’aggiunta del latte di mandorla, fino al caffè freddo cremoso, senza dimenticarsi però l’inimitabile caffè freddo shakerato. In base al tipo di caffè freddo che si desidera gustare, ogni ricetta richiede specifici passaggi e tipi di preparazione che è fondamentale rispettare. Scopriamo insieme le varie proposte di caffè freddo che è possibile preparare comodamente a casa.

Caffè freddo con ghiaccio

Gustare un delizioso caffè freddo con ghiaccio è molto semplice: sono richiesti pochi passaggi e pochi ingredienti! Come prima cosa, l’elemento fondamentale è il caffè: per ottenere un buon caffè espresso è consigliato farlo con la moka o con la macchina del caffè. Il passaggio successivo è facoltativo e riguarda la dolcificazione: si può farlo utilizzando lo zucchero normale, di canna o il dolcificante che più vi piace. Ovviamente non può e non deve mancare il ghiaccio: a seconda dei gusti e della consistenza che si desidera, è possibile metterlo direttamente a cubetti, oppure tritato e mescolarlo insieme agli altri ingredienti.
La ricetta del caffè freddo con ghiaccio tipica del nostro paese ha origine in Salento, anche se ormai è possibile gustarla in tutto il sud Italia e non solo: il caffè salentino. Si tratta di una bevanda semplicissima, dissetante e tonificante, che una volta fatto, va poi lasciato intiepidire per qualche minuto. Il caffè si versa poi in un bicchiere di vetro largo e si mette qualche cubetto di ghiaccio, rigorosamente appena preso dal freezer! Questo passaggio è fondamentale, perché consente al caffè di restare freddo per molto tempo senza diluirsi. Infine, l'elemento essenziale che rende questa ricetta tipicamente salentina: qualche cucchiaio di latte di mandorla, da aggiungere alla fine prima di bere il caffè.

Caffè freddo shakerato

Per fare un buon caffè freddo shakerato non basta semplicemente mescolare gli ingredienti, ma ci sono alcune regole da rispettare per ottenere il massimo da questo tipo di preparazione. Prima di tutto, la scelta della miscela: l'ideale è unire Arabica e Robusta, così da avere il gusto dolce della prima e la crema densa della seconda. Poi, la quantità: per un caffè shakerato va bene usare due caffè corti o uno lungo. Infine, la preparazione: mettere in uno shaker ghiaccio e zucchero, aggiungere il caffè appena fatto e agitare con forza. Successivamente, non vi resta che versarlo e assaporarlo.
Del caffè shakerato ne avevamo già parlato in maniera più approfondita nel nostro blog. Quindi, se vuoi usufruire di alcuni preziosi consigli per preparare il caffè shakerato, o se vuoi sapere come si prepara il caffè shakerato senza lo shaker, clicca qui.

Caffè freddo cremoso

Un dessert al caffè goloso è proprio quello che ci vuole per concludere un pranzo estivo. Il caffè freddo cremoso, conosciuto anche con il nome di spumone al caffè, è un modo originale e veloce di gustare il caffè in una versione fredda e cremosa. Basta davvero poco per prepararlo! Il segreto è frullare insieme tutti gli ingredienti per pochi istanti con il mixer. Il risultato sarà una mousse al caffè compatta e saporita, proprio come quella che fanno al bar.
La ricetta non ha nulla di complicato: fate il caffè e mettetelo in frigo. Poi mescolatelo e frullatelo con la panna e lo zucchero fino a che non avrete una schiuma soffice e voluminosa. Fate riposare in frigo per almeno un'ora prima di servire. Dopo un’ora di riposo in frigo, non vi resta che gustarlo.

Caffè 100% Arabica Gourmet

100% Arabica

€ 25,00 € 20,00

Caffè 100% Arabica

100% Arabica

€ 25,00 € 20,00

Caffè Armonioso

90% Arabica – 10% Robusta

€ 23,00 € 19,00

Caffè Extra Bar

80% Arabica – 20% Robusta

€ 22,00 € 18,50

Caffè Costa del sol

60% Arabica – 40% Robusta

€ 20,00 € 17,00

Caffè Intenso

40% Arabica – 60% Robusta

€ 20,00 € 17,00

Caffè Gran Bar

40% Arabica – 60% Robusta

€ 18,00 € 15,00

Cialde monodose E.S.E.

40% Arabica – 60% Robusta

€ 45,00 € 38,00

Caffè Malabar Monsoon India

Caffè monorigine 100% Arabica

€ 26,00 € 23,00

Iscrivimi alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per essere sempre aggiornato su tutte le novità e le promozioni